Cosa fare se la finestra Opzioni di ripristino del sistema appare quando si avvia Windows 10

Contenuto

Menu Ripristino del sistema

Il nuovo menu di ripristino “Dieci” è ora chiamato “Opzioni di avvio specifiche” e si presenta così:

Contiene tre elementi principali:

  • “Continua ” – avvio normale del sistema operativo, in caso di problemi gravi potrebbe non funzionare;
  • “Risoluzione dei problemi ” – la voce principale, il cui contenuto considereremo più in dettaglio qui di seguito;
  • “Spegnere il computer ” – il nome del parametro parla da solo, cliccando su di esso si spegnerà il dispositivo.
  • Il primo e il terzo punto non hanno bisogno di una spiegazione dettagliata, mentre il secondo richiede una considerazione dettagliata.

Strumenti di recupero

Dopo aver cliccato su “Troubleshooting” vedrete davanti a voi la seguente serie di parametri:

Si prega di notare! Le opzioni disponibili in questo menu dipendono dalla versione di Windows 10, quindi alcune di esse potrebbero non essere presenti!

In alcune versioni di “10” si può vedere un menu intermedio, in cui ci sono le opzioni “Ripristina il computer allo stato originale” e “Opzioni aggiuntive”. Lo scopo del primo è chiaro, ma ci sono alcune sfumature nel suo uso che sono state considerate da uno dei nostri autori in un articolo separato.

Leggi tutto: Come resettare Windows 10 alle impostazioni di fabbrica

Per parametri aggiuntivi, gli sviluppatori di Microsoft intendono direttamente gli strumenti di “correzione” del sistema operativo, a cui ora ci rivolgiamo. Questo menu contiene i seguenti strumenti:

“Rimuovere gli aggiornamenti”.

A volte la causa del fallimento dell’avvio può essere un aggiornamento rotto o installato in modo errato – utilizzando questo elemento è possibile rimuovere l’ultima installazione e quindi ripristinare la funzionalità del sistema.

Leggi tutto: Come rimuovere gli aggiornamenti per Windows 10

“Ripristinare l’immagine di sistema”.

Il sistema operativo di Microsoft, a partire da Windows XP, ha un mezzo per creare un’immagine del sistema installato che può essere utilizzato per recuperare in caso di problemi. Questa caratteristica è migrata al “10” in forma praticamente invariata e, quindi, comporta la creazione preliminare di un oggetto corrispondente. Tutti i dettagli di questa procedura sono già stati trattati da uno dei nostri autori, quindi approfittate delle istruzioni al link qui sotto.

Leggi tutto: Come ripristinare Windows 10 dall’immagine di recupero

“Ripristinare all’avvio”.

Il seguente strumento è una utility di recupero del sistema all’avvio che può essere utilizzata per controllare l’integrità dei dati importanti e riparare i danni non critici. Funziona autonomamente e richiede pochissimo coinvolgimento dell’utente, ma ci possono ancora essere casi in cui l’intervento dell’utente è richiesto – questo è già stato trattato in un articolo separato sul sito.

Leggi tutto: Ripristinare Windows 10 all’avvio

“Ripristinare usando la ‘linea di comando'”.

La penultima voce disponibile è responsabile del lancio del “Prompt dei comandi”. Con l’aiuto di questo strumento è possibile utilizzare alcune capacità diagnostiche di base come lo strumento CHKDSK o le utility per modificare il bootloader. Abbiamo già esaminato le opzioni di recupero di 10 attraverso l’interfaccia testuale, quindi ci limiteremo a fornire un link alle istruzioni corrispondenti per non ripeterle.

Leggi tutto: Recuperare Windows 10 usando il “Prompt dei comandi”.

“Opzioni di avvio”.

Questa voce si concentra sulle familiari opzioni di avvio alternative del sistema operativo dalle versioni precedenti, come la modalità “Modalità provvisoria” o “Prompt dei comandi”. Tecnicamente queste opzioni non differiscono da Windows 7, ma si consiglia di leggere la guida qui sotto.

Leggi tutto: Opzioni di avvio di Windows 10

Azioni aggiuntive dopo l’apparizione della finestra System Recovery Options

In alcuni casi, nessuno degli strumenti citati funziona. In una tale situazione, dovrebbero essere prese altre azioni che discuteremo di seguito.

  1. I crash di sistema possono essere causati da problemi di RAM, quindi se la finestra di ripristino o le schermate blu continuano ad apparire, si consiglia di controllare i moduli RAM.

    Leggi tutto: Controllare la RAM in Windows 10

  2. Se avete a portata di mano un’unità flash di installazione o un’unità ottica, possono anche essere coinvolti per ottenere il backup del sistema operativo: prima dovete avviare dal drive corrispondente nel BIOS, poi eseguire lo strumento di installazione e scegliere i risultati desiderati lì.

    Per saperne di più:
    Impostazione del BIOS per l’avvio da un’unità flash USB
    Recupero di Windows 10 dall’immagine di installazione

  3. In situazioni in cui non avete un installatore, potete usare il cosiddetto LiveCD: un assemblaggio autonomo di un sistema operativo spogliato e di alcuni programmi ausiliari che è registrato su un disco ottico o un’unità flash. I passi per lavorare con un tale assemblaggio sono gli stessi del supporto di installazione.