Bug fix File system di sola lettura in Linux

Contenuti

Metodo 1: Impostazione dei diritti di accesso

Il primo modo per correggere l’errore “File system è di sola lettura” in Linux è quello di controllare i diritti di accesso. A volte l’utente imposta accidentalmente o intenzionalmente delle restrizioni che si applicano ad altri utenti. Prima di tutto suggeriamo di controllare gli attributi e poi di apportare modifiche, se necessario.

  1. Gestire la console in un modo che sia conveniente per voi. A tale scopo si può utilizzare l’icona corrispondente nel menu dell’applicazione o il tasto di scelta rapida Ctrl + Alt + T.
  2. Qui, digitate il comando ls -l per vedere l’intero elenco dei dischi con informazioni dettagliate, che includerà le informazioni di cui abbiamo bisogno.
  3. Esaminare gli attributi che sono mostrati nella prima colonna di fronte al disco o alla partizione problematica. Se c’è un solo carattere -r, allora il sistema è di sola lettura. La presenza di w significa che è aperta alla lettura e alla scrittura.
  4. Se il problema è realmente legato agli attributi specificati, sarà necessario riconfigurare i diritti. Inserire il comando sudo chown -R [user]:[user] /home/[user], sostituendo l’utente con il nome dell’utente desiderato, al quale verranno applicate tutte le modifiche.
  5. Questa azione viene eseguita con l’opzione sudo, quindi dovrà essere confermata specificando la password del superutente su una nuova linea.

Dopo aver attivato il team, vi verrà notificato che tutte le modifiche sono state implementate con successo. Successivamente, si consiglia di riavviare il PC e si può iniziare il test. Se, tuttavia, quando si usa il comando ls, si scopre che tutti gli attributi richiesti sono impostati per la partizione o il supporto, si dovrebbe passare ad altre soluzioni al problema.

Metodo 2: Correzione degli errori via GParted

GParted è una delle più famose utility di gestione dei dischi in Linux con un’interfaccia grafica integrata. La sua peculiarità risiede nella presenza di molte funzioni ausiliarie legate, tra l’altro, alla soluzione di vari errori dei media.

  1. Se il GParted non è nella vostra distribuzione di default, installatelo usando il comando sudo apt-get install gparted. Confermare questa azione inserendo la password del superutente e approvando il download degli archivi.
  2. Dopodiché, il modo più semplice per avviare l’utilità è quello di cliccare sull’icona corrispondente nel menu dell’applicazione.
  3. L’apertura richiederà anche i diritti di superutente.
  4. Quando si effettua il login, si vedrà immediatamente quale sezione è problematica, perché un punto esclamativo brucerà vicino ad essa. Cliccare con il tasto destro del mouse su questa riga.
  5. Nel menu contestuale cliccare su “Verifica errori”.
  6. Avviare le operazioni cliccando sulla casella di controllo sul pannello superiore.
  7. Confermare che il test è iniziato.
  8. Dobbiamo solo aspettare che questo processo sia completato.

Se vengono rilevati e corretti eventuali malfunzionamenti, sarete informati di conseguenza. Al termine del test, il PC dovrebbe essere riavviato per verificare l’efficacia delle azioni eseguite all’inizio della sessione successiva. Se non hanno portato risultati, andate avanti.

Metodo 3: Riparazione delle unità danneggiate

A volte si verifica un errore con una cattiva modalità di lettura a causa di settori danneggiati sul disco rigido. Ci sono speciali utility che permettono di distribuire lo spazio del problema o di risolverlo, se possibile. Linux ha un comando integrato responsabile dell’esecuzione di questa operazione. Suggeriamo di approfittarne nel caso in cui le raccomandazioni di cui sopra non abbiano dato risultati.

  1. Diamo prima un’occhiata all’elenco delle unità per vedere quale deve essere controllata. Questo avviene tramite il comando fdisk -l.
  2. Trovare l’unità problematica nell’elenco definendone il nome esatto. Sarà poi necessario quando si attiva il comando appropriato per trattare i blocchi.
  3. Ora usare il comando hdparm -i /dev/sda2 | grep Model per controllare il supporto selezionato o l’unità logica. Qui, sostituire /dev/sda2 con il nome definito in precedenza.
  4. Dopo di che, si dovrebbe rimuovere l’unità per eseguire il controllo dell’unità in un secondo momento. Questo viene fatto attraverso la linea umount /dev/sda2.
  5. Eseguire il controllo inserendo il comando badblock -s /dev/sda2 > /root/badblock.
  6. I blocchi rilevati che non possono essere corretti devono essere contrassegnati per impedire al sistema di attivarli. Per fare questo, utilizzare e2fsck -l /root/badblock /dev/sda2.

Tutte le modifiche saranno applicate immediatamente, ma come al solito si raccomanda di creare una nuova sessione del sistema operativo per verificare se l’errore “File system è di sola lettura” è stato risolto.

Metodo 4: Formattazione dell’unità

L’ultimo metodo di cui vogliamo parlare nell’articolo di oggi è il più radicale, perché prevede la formattazione completa del disco, dopo di che lo stato del file system verrà ripristinato. Questa opzione funziona solo se non ci sono file importanti sul disco e tutti i contenuti possono essere cancellati. Per istruzioni più dettagliate su questo argomento, si prega di fare riferimento al materiale individuale sul nostro sito web utilizzando il link sottostante.

Per saperne di più: Formattazione del disco in Linux

Oggi abbiamo analizzato quattro metodi di correzione dei bug “Il file system è di sola lettura”. Non resta che trovarne uno adatto solo con la forza bruta, seguendo le istruzioni date in ordine. Nella maggior parte dei casi, almeno uno di essi è efficace e consente di eliminare completamente l’errore considerato.