Risoluzione dei problemi del logo di Windows 10 appeso al momento dellavvio

Contenuti

Quasi sempre l’utente inizia la sua interazione con il computer dall’inizio del sistema operativo, ma non sempre questo processo ha successo. Ad esempio, alcuni utenti incontrano Windows 10 appeso al logo, che impedisce loro di accedere al proprio account. A volte questo problema viene risolto con un banale riavvio, ma questa azione raramente aiuta, quindi l’utente dovrebbe provare alcuni metodi conosciuti per risolvere il problema di avvio, ed è di questo che parleremo dopo.

Metodo 1: Connessione a Internet via LAN

Come prima raccomandazione, si consiglia di collegare il computer a Internet tramite un cavo di rete. Questo è consigliato per gli utenti che hanno lasciato il computer per il riavvio dopo aver scaricato l’aggiornamento e che da allora hanno riagganciato il logo. È probabile che Windows abbia bisogno di scaricare alcuni file mancanti o corrotti per installare l’aggiornamento, o semplicemente controllare le informazioni in rete, e a causa della sua assenza questo processo non viene eseguito, il che ha portato a difficoltà con l’avvio del sistema operativo.

Per saperne di più: Collegamento del computer a Internet

Metodo 2: Ripristino tramite flash drive avviabile

A volte Windows 10 rifiuta l’avvio a causa di conflitti di sistema o altri problemi. In tali situazioni, il più facile da usare è lo strumento standard di recupero dell’avvio, che correggerà automaticamente gli eventuali errori riscontrati. Per prima cosa sarà necessario creare un’unità flash o un disco avviabile da Winds, utilizzando un computer di lavoro diverso, in quanto tutte le ulteriori azioni verranno eseguite nell’ambiente di recupero. Per saperne di più su questo argomento, leggete qui di seguito.

Ulteriori informazioni: Creazione di un disco avviabile da Windows 10

Una volta che l’unità di avvio è stata creata con successo, collegarla al computer di destinazione, accenderla ed eseguirla dall’unità flash o dal disco esistente. Seguire questi passi quando si avvia l’installatore:

  1. Selezionare la lingua di installazione preferita e cliccare sul pulsante “Avanti”.
  2. Sul lato sinistro della finestra, trovare “Ripristino del sistema” e cliccare con il tasto sinistro del mouse.
  3. Appare una piccola finestra “Seleziona azione”, dove si dovrebbe andare a “Risoluzione dei problemi”.
  4. Selezionare “Ripristina all’avvio” dalle opzioni aggiuntive.
  5. Il processo di diagnostica del computer si avvia. Questa operazione richiederà alcuni minuti. Si sconsiglia di scollegare l’apparecchio da soli, in quanto ciò non farebbe altro che interrompere ogni progresso.

Vi verrà notificato se lo strumento che state utilizzando è stato in grado di rilevare e correggere i problemi che influiscono sulla correttezza dell’avvio del sistema operativo. È quindi possibile rimuovere l’unità e provare a far funzionare Winds in modalità normale, se ciò non è avvenuto automaticamente.

Metodo 3: Rimuovere gli aggiornamenti

Un altro modo che si fa attraverso l’ambiente di recupero. La sua essenza è la rimozione degli aggiornamenti recentemente installati. Sono gli aggiornamenti che possono influenzare i problemi di avvio del sistema operativo, in quanto non sempre sono installati correttamente o c’è qualche tipo di guasto durante l’installazione che interrompe la sostituzione dei file importanti. Se il problema si verifica dopo l’installazione degli aggiornamenti, o poco dopo, si consiglia di prestare attenzione a questo metodo.

  1. Eseguire tutte le manipolazioni descritte nel Metodo 2 per trovarsi nella sezione “Opzioni avanzate” dell’ambiente di recupero. Qui cliccate sul riquadro “Rimuovi aggiornamenti”.
  2. Selezionare l’azione “Rimuovere l’ultimo aggiornamento dei componenti”. In futuro, potete tornare qui per indicare “Rimuovi l’ultimo fix” se la prima opzione non vi aiuta.
  3. Confermare la disinstallazione con una notifica.
  4. Attendere la fine di questa operazione osservando i progressi sullo schermo.

Dopo che tutti i file sono stati puliti con successo, il computer si riavvia automaticamente e il normale avvio del sistema operativo viene ripetuto. Se questo metodo ha avuto successo, vi consigliamo di sospendere l’installazione degli aggiornamenti per un po’ di tempo e di aggiungerli tutti dopo la successiva correzione da parte di Microsoft per evitare di ripetere una situazione del genere.

Metodo 4: Ripristino del caricatore per finestre

Questa variante si trova in questa posizione solo perché di solito, quando il caricatore si rompe, il sistema operativo non si avvia affatto e la corrispondente notifica appare sullo schermo. Tuttavia, a volte il processo può raggiungere il logo e poi fermarsi. Questo accadrà ogni volta che si riavvia il dispositivo. L’utente deve fissare il caricatore attraverso la linea di comando da solo utilizzando l’utilità standard della console. Potete leggere di più a riguardo.

Altro: Ripristinare il boot loader di Windows 10 utilizzando il “prompt dei comandi”.

Metodo 5: Controllo dell’integrità del file di sistema

Sopra abbiamo già parlato di uno strumento di recupero automatico dell’avvio. Il fatto è che non sempre è efficace per vari motivi. Ad esempio, durante la scansione i componenti che sono indirettamente legati all’inizio del lavoro con Windows non sono stati colpiti, o l’utilità non è stata in grado di elaborare i file danneggiati. Poi vengono in aiuto altri strumenti della linea di comando, che funzionano su scala più ampia. Per prima cosa, si dovrebbe usare SFC per verificare la presenza di errori. A volte può essere necessario ricorrere anche al DISM, che è descritto in dettaglio nel relativo manuale sul nostro sito web al link sottostante.

Ulteriori informazioni: Utilizzo e ripristino dei controlli di integrità dei file di sistema in Windows 10

Metodo 6: Controllo del disco rigido

Se si hanno problemi a caricare Winds 10, si dovrebbe anche prestare attenzione ai malfunzionamenti dell’hardware. La comparsa di questo malfunzionamento può essere causata da errori nel funzionamento del disco rigido. Per esempio, ci sono un numero enorme di settori rotti, blocchi illeggibili o problemi di alimentazione sul disco rigido. Uno speciale software di terze parti che gira da un’unità avviabile può aiutarvi a capire questo.

Altro: Controllo dell’operabilità del disco rigido

Metodo 7: Reset delle impostazioni del BIOS

Se nessuno di questi problemi dovesse fallire, si può tentare di resettare le impostazioni del BIOS, poiché i guasti di questo firmware a volte hanno anche un effetto negativo sul corretto avvio del sistema operativo. Il modo più semplice per eseguire un reset è attraverso il software stesso, trovandovi l’elemento appropriato o consegnando la batteria dalla scheda madre. Per saperne di più su tutte le opzioni di ripristino del BIOS disponibili e sulla loro implementazione.

Altro: Ripristinare le impostazioni del BIOS.

Metodo 8: reinstallare le finestre

L’opzione più radicale è quella di reinstallare il sistema operativo. Dovrebbe essere utilizzato solo se una delle precedenti raccomandazioni non ha aiutato ad avviare il sistema operativo in modalità normale. Particolare attenzione deve essere prestata a questo metodo per quegli utenti che hanno riscontrato un guasto subito dopo il completamento dell’installazione di Winds. In tali situazioni vi consigliamo di riscrivere l’immagine o di trovare una nuova build se avete a che fare con versioni non autorizzate.

Questi erano tutti modi per far funzionare Windows 10 in situazioni in cui il logo smette di avviarsi. Suggeriamo di partire dalla prima opzione e di passare gradualmente alla successiva per risolvere il problema in modo rapido e semplice.